quello che avrei potuto, dovuto, voluto

07/06/2017 01:49

 

Vorrei tornare indietro per sapere che quelle notti fredde e solitarie passeranno molto in fretta nonostante in quel momento mi sembrino infinite e che tornerò a dormire e anche tu, comincerai a farlo, sempre di più.

Vorrei tornare indietro per imparare che il tuo pianto disperato mi sta comunicando un bisogno o un disagio che il tuo piccolo corpo imparerà a risolvere con i tempi fisiologici della crescita e io stessa capirò come tenerti quando sono coliche e come cullarti quando sarà stanchezza e quando ti serve il contatto a pelle.

Vorrei tornare indietro per riprendermi quel tempo nostro, in cui sei tu a scandire gli attimi delle giornate, perché a poco a poco si ridurrà inesorabile e la libertà che agognavo smaniosamente mi sembrerà improvvisamente una nemica che mi toglie da te.

Vorrei tornare indietro per sapere che “fuori” è tutto come prima e presto tornerò anche io nel mondo, e ti porterò con me, ma adesso dobbiamo stare “dentro”, stretti stretti, perché tutto è troppo caotico e rumoroso e gigante e tu sei appena arrivato.

Vorrei tornare indietro per darmi pace, per non sentirmi in difetto, per non sentire che sto sbagliando o che non ce la faccio, e per sapere che non è colpa mia, e nemmeno tua, dobbiamo solo prendere alcune misure.

Vorrei tornare indietro per non giudicarmi se scelgo di tornare a lavoro subito o se volessi scegliere di stare a casa un anno. Per non arrabbiarmi se vorrei sentirmi capita dalle amiche perché è la mia vita ad essere cambiata, non la loro.

Vorrei tornare indietro per non disperarmi o mortificarmi se non è tutto perfetto come credevo. 

Vorrei tornare indietro per imparare che se oggi è stata una giornata straziante e faticosa, domani sarà luminosa e tutto andrà meglio e io devo solo vivere il momento, senza cercare di prevedere il futuro.

Vorrei tornare indietro per accettarmi, sapendo che ce la sto mettendo tutta e se sbaglio mi servirà per migliorare.

Vorrei tornare indietro per non lamentarmi, perché la mia più grande fatica è essenza di amore e potenza.

Vorrei tornare indietro e rivivere i nostri giorni fino ad ora con la mia nuova consapevolezza.

Vorrei tornare indietro ma se potessi davvero farlo e se facessi tutto diversamente non potrei mai essere dove siamo adesso.

Indietro non si torna, e probabilmente è molto meglio così.

 




Vuoi lasciare un commento?




Per lasciare un commento
Questo sito utilizza i Cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.  Continuando la navigazione e/o chiudendo questo avviso, confermi di aver letto l'informativa sull'utilizzo dei cookies